Shopify è una piattaforma che permette di creare facilmente un ecommerce, offrendo una vasta gamma di modelli personalizzabili che si adattano allo stile del proprio marchio.

La popolarità di Shopify si basa sulla capacità di offrire soluzioni accessibili anche a coloro che non possiedono competenze tecniche avanzate, permettendo loro di avviare un ecommerce senza il bisogno di rivolgersi a sviluppatori o agenzie. Al contempo, fornisce molteplici opzioni e grande flessibilità anche per gli utenti esperti in HTML e CSS.

Shopify Homepage

Essendo una soluzione di hosting integrato, Shopify elimina la necessità di acquistare un dominio o installare software, con l’obiettivo di fornire tutto il necessario per creare e gestire un negozio online con facilità.

È possibile personalizzare il design e aggiungere applicazioni in qualsiasi momento, o anche implementare codice personalizzato. Utilizzando il modello SaaS (Software as a Service), è sufficiente pagare un abbonamento mensile per accedere a tutte le funzionalità offerte, senza doverle acquistare separatamente.

Caratteristiche principali

Come abbiamo già detto, molte funzioni variano in base al piano di abbonamento scelto. Altre, invece, sono comuni a quasi tutti i piani. Ad esempio, a partire dal piano Basic da 29$ potrai avere:

  • La possibilità di vendere prodotti fisici o digitali, suddivisi in categorie e con costi di spedizione variabili a tua scelta
  • Un’ampia gamma di temi
  • L’integrazione con Paypal
  • La possibilità di gestire una sezione Blog
  • Il controllo del tasso di abbandono del carrello
  • Dati di import/export dei consumatori
  • Funzionalità relative alla gestione dei contenuti (CMS)
  • Codici sconto
  • Tools per l’ottimizzazione SEO
  • La possibilità di fare editing con codici CSS e HTML
  • Accesso all’app del punto vendita
  • La possibilità di creare più account per lo staff
  • L’integrazione con oltre 100 gateways esterni
  • La possibilità di stampare etichette per la spedizione
  • In alcuni paesi, convenzioni con i corrieri e sconti sui costi di spedizione

Optando per il piano Shopify, avrai accesso a gift cards, report professionali e strumenti completi per il punto vendita fisico. Il piano Advanced aggiunge la funzione Report Advanced e la spedizione in tempo reale. Con il piano Plus, invece, si beneficia di un server sempre aggiornato, supporto API, assistenza clienti di livello superiore, che include aiuto nell’implementazione dei risultati dell’ecommerce, un indirizzo IP o SSL dedicato e funzioni di sicurezza avanzate.

I temi disponibili

Shopify offre una vasta gamma di temi, sia gratuiti che premium, per personalizzare l’aspetto del tuo negozio online. Questi temi sono progettati per essere reattivi e ottimizzati per dispositivi mobili, garantendo che il tuo negozio sia accessibile e attraente su qualsiasi dispositivo. I temi gratuiti come “Dawn” e “Taste” offrono funzionalità essenziali e design moderni, mentre i temi premium come “Beyond” e “Warehouse” forniscono opzioni più avanzate e layout unici.

Ogni tema può essere personalizzato per riflettere il tuo marchio e migliorare l’esperienza dell’utente, con opzioni come mega menu, visualizzazione rapida dei prodotti, e localizzatori di punti vendita. Inoltre, molti temi includono traduzioni per l’Unione Europea, facilitando la vendita a clienti in diverse lingue. Per esplorare tutti i temi disponibili, puoi visitare lo Shopify Theme Store. Se hai bisogno di funzionalità specifiche, puoi utilizzare lo strumento di ricerca del catalogo dei temi per filtrare i risultati in base alle tue esigenze. Con oltre 100 modelli tra cui scegliere, troverai sicuramente il tema perfetto per il tuo negozio online

Esplorando il theme store, è possibile esaminare ogni dettaglio dei template, dalla gestione del magazzino alla configurazione della home page. Tutti i temi presentano un design professionale e sono ottimizzati per una gestione efficace, contribuendo a rendere Shopify una piattaforma di spicco per la qualità dei suoi template. Alcuni temi offrono anche la possibilità di personalizzazioni, come l’aggiunta di video in background.

È inoltre fattibile progettare un tema personalizzato partendo da zero attraverso il theme code. Questa opzione è resa più accessibile grazie all’ampia gamma di guide e risorse di supporto fornite da Shopify.

I temi premium, a differenza di quelli gratuiti, possono talvolta necessitare dell’intervento di uno sviluppatore, dato che non tutti beneficiano di un supporto completo da parte di Shopify.

Le principali differenze tra i piani di abbonamento

Shopify offre diversi piani di abbonamento per soddisfare le esigenze di vari tipi di imprese.

  • Basic Shopify è ideale per le startup e per chi sta appena iniziando, con un costo di 24 euro al mese, offre l’accesso alle funzionalità essenziali per avviare un negozio online.
  • Shopify standard, al costo di 69 euro al mese, è adatto per i brand già esistenti che dispongono di un negozio fisico e desiderano espandere la loro presenza online.
  • Advanced Shopify, che costa 289 euro al mese, è progettato per i brand affermati con più punti vendita, offrendo tariffe migliori per le commissioni delle carte di credito e funzionalità avanzate per la gestione del negozio.

Ogni piano include commissioni per le transazioni online e di persona, con variazioni a seconda del piano scelto. Inoltre, Shopify offre cicli di fatturazione flessibili e la possibilità di ricevere sconti sottoscrivendo un ciclo di fatturazione annuale. Per ulteriori dettagli sui piani di abbonamento e le loro caratteristiche, si può consultare il Centro assistenza Shopify.

Shopify Prices

Shopify emerge come una delle piattaforme più convenienti per il commercio online. Ad esempio, il piano Starter da 9$ al mese permette di vendere un numero illimitato di prodotti e di usufruire di molteplici funzionalità vantaggiose. Tra queste, la possibilità di vendere direttamente dalla propria pagina Facebook, l’uso di Shopify in un negozio fisico sia per le vendite che per la gestione dell’inventario, e l’impiego del Buy Button di Shopify. Quest’ultimo permette di effettuare vendite attraverso blog o siti web già esistenti.

Shopify commons

Il Buy Button funziona in modo simile al pulsante “Buy Now” di PayPal, reindirizzando i visitatori verso Shopify, ma con funzioni più avanzate come il tracciamento degli ordini e la verifica della disponibilità dei prodotti. È anche possibile esporre intere categorie di prodotti su altri siti web.

In sintesi, il Buy Button consente di integrare Shopify con siti creati su altre piattaforme, come WordPress o Squarespace, rappresentando una soluzione ideale per chi possiede già un sito web e desidera aggiungere funzionalità e-commerce.

Per coloro che vogliono sviluppare un e-commerce completo, Shopify offre diverse opzioni, dal piano Basic all’Advanced. Il piano Plus è invece progettato per le grandi aziende che necessitano di gestire un elevato volume di affari, fornendo funzionalità avanzate per la sicurezza, le API e la gestione dell’inventario.

FunzioniStarter
5€/mese
Basic👨🏻‍🎓24€/meseShopify🚗69€/meseAdvanced🏎289€/mese
Negozio e hosting
Numere prodotti illimitati
Staff / collaboratori2515
Assistenza
Canali social
Aggiungi ordini manualmente
Creazione codici sconto
Certificato SSL
Email marketing
Buoni regalo
Report di analisi
Reporto di analisi avanzata
Mostra tariffe di spedizione 📦 (tramite altre app)
Shopify Payment integrato
Analisi frode
Commissioni sui pagamenti effettuati con CC entro l’EU5%1,9% + 0,25 €1,8% + 0,25 €1,6% + 0,25 €
Commissioni con CC tipo Amex5%3,6% + 0,25 €3,4% + 0,25 €3,2% + 0,25 €

Le modalità di pagamento

Shopify offre diverse modalità di pagamento per rendere le transazioni più semplici e sicure sia per i proprietari dei negozi che per i clienti. Tra le opzioni disponibili, i commercianti possono utilizzare Shopify Payments, che permette di accettare pagamenti con carta di credito e altri metodi popolari con facilità. Inoltre, è possibile attivare Shop Pay, che consente ai clienti di salvare i loro dati di spedizione e pagamento per un check-out più rapido. Altri metodi di pagamento includono PayPal, Meta Pay, Amazon Pay e Apple Pay, oltre alla possibilità di accettare criptovalute.

È importante considerare la posizione geografica del proprio negozio e dei clienti al momento di scegliere i metodi di pagamento, poiché alcuni potrebbero essere più adatti a determinate aree. Shopify fornisce anche un elenco di canali di pagamento disponibili per ogni paese e le relative valute accettate. Per i prodotti in abbonamento, Shopify Payments deve essere utilizzato come canale di pagamento principale. Tutti questi metodi possono essere gestiti comodamente nell’area Gestori dei pagamenti del pannello di controllo Shopify.

L’importo esatto della commissione dipende dal piano scelto: più funzionalità vengono acquistate, più bassa sarà la commissione. In alternativa, è possibile optare per gateway di pagamento di terzi, con oltre 100 opzioni disponibili. È sufficiente configurare un “merchant account” con il fornitore del gateway selezionato. Tuttavia, anche questi servizi possono comportare costi aggiuntivi, e in alcuni casi Shopify potrebbe applicare una commissione mensile o per transazione. La scelta migliore varia a seconda del piano sottoscritto e del gateway di pagamento esterno eventualmente scelto.

È importante considerare che Shopify Payment è disponibile solo in alcuni paesi

  • Australia
  • Canada
  • Germania
  • Hong Kong SAR Cina
  • Irlanda
  • Giappone
  • Nuova Zealanda
  • Singapore
  • Spagna
  • Regno Unito
  • USA
  • Italia

Di conseguenza, se non vendi da uno di questi paesi dovrai necessariamente scegliere un gateway di terze parti. Come abbiamo detto, però Shopify è integrato con numerosissimi gateway esterni, per cui sarà facile scegliere e installare quello che pensi faccia al caso tuo.

Shopify Italia, supporto e gruppi

Per gli utenti e i commercianti in Italia che utilizzano Shopify, esiste un’ampia gamma di risorse di supporto disponibili. Il punto di partenza per qualsiasi domanda o assistenza è il Centro Assistenza Shopify, dove si possono trovare risposte grazie alla community di Shopify o al team di assistenza pluripremiato. Il forum della community è un luogo ideale per scambiare consigli e soluzioni con altri utenti Shopify. Inoltre, il sito ufficiale di Shopify Italia offre una prova gratuita di 3 giorni, permettendo ai nuovi utenti di esplorare la piattaforma senza impegno.

Per domande più specifiche o tecniche, il Centro Assistenza Shopify fornisce documentazione dettagliata, tutorial e video. Questi strumenti sono progettati per aiutare gli utenti a configurare e gestire efficacemente il proprio negozio online. Per coloro che cercano un’interazione più diretta, è possibile contattare il servizio di assistenza di Shopify, disponibile 24/7 per supportare i commercianti in ogni fase del loro percorso con Shopify. Infine, per chi desidera approfondire ulteriormente, Shopify organizza webinar su vari argomenti, dai primi passi con la piattaforma alle strategie di marketing, offrendo così un’ulteriore risorsa formativa per i commercianti.

Il gruppo Shopify Italia e appassionati di ecommerce che sviluppano, supportano o vogliono sviluppare con Shopify in Italia sta crescendo sempre di piú. Per domande specifiche e tecniche c’è sia l’assistenza in italiano, che risponde solo via mail oppure puoi contattare direttamente il servizio in Inglese via Chat che rispondono h24. In alternativa, se stai cercando una community, beh unisciti al gruppo ufficiale di Shopify Italia.

APPROFONDIAMO ALCUNI TOOLS:

Shopify: la funzione Point of Sale

La funzione Point of Sale (POS) in Shopify è un sistema integrato che permette ai commercianti di vendere prodotti e servizi sia online che in negozio fisico, creando un’esperienza di vendita omogenea. Questo sistema POS è particolarmente utile per i negozi che desiderano integrare le loro operazioni online con quelle fisiche, offrendo una soluzione unica per la gestione delle vendite, dell’inventario e delle relazioni con i clienti.

Con Shopify POS, è possibile accettare pagamenti con carte di credito o debito, sia fisiche che digitali, e gestire tutte le transazioni in un’unica dashboard centralizzata. Inoltre, il sistema POS di Shopify include diversi accessori come scanner di codici a barre, stampanti per ricevute e terminali per la lettura delle carte, che facilitano le operazioni quotidiane del negozio. La configurazione del POS è flessibile e può essere adattata alle esigenze specifiche del commerciante, consentendo di automatizzare processi come l’aggiornamento dell’inventario e la raccolta di informazioni di contatto dei clienti.

Shopify POS si collega anche alla cassa fiscale, rendendo il processo di vendita conforme alle normative fiscali locali. Per iniziare ad utilizzare Shopify POS, è necessario disporre di una configurazione hardware minima che comprende un tablet o smartphone e un lettore di carte compatibile con Shopify.

Shopify: importazione ed esportazione dei dati

L’importazione e l’esportazione dei dati in Shopify sono processi cruciali per la gestione efficiente di un negozio online. Queste operazioni permettono ai proprietari dei negozi di trasferire in blocco informazioni come elenchi clienti, ordini e inventario, utilizzando file CSV (valori separati da virgola). Per importare dati in Shopify, è necessario preparare un file CSV conforme alle specifiche di Shopify, che può includere dettagli come nome, cognome, email, indirizzi e preferenze di marketing dei clienti. È importante assicurarsi che i dati siano accurati e ben organizzati per evitare problemi durante il trasferimento.

Allo stesso modo, l’esportazione dei dati consente di creare copie di sicurezza, analizzare le informazioni del negozio o trasferire dati ad altri sistemi o applicazioni. Shopify fornisce guide dettagliate e modelli per facilitare questi processi. Inoltre, esistono strumenti e app di terze parti che possono automatizzare o semplificare ulteriormente l’importazione e l’esportazione dei dati, offrendo soluzioni personalizzate per le esigenze specifiche di ogni negozio.

Con Shopify, è possibile importare i dati dei prodotti tramite un file CSV, il che è particolarmente utile per aggiungere numerosi prodotti al proprio negozio online o per migrare da un’altra piattaforma. Se disponi di un piano Plus, hai anche l’opzione di utilizzare l’app Transporter o il tool da riga di comando.

Inoltre, è fattibile importare post da WordPress, Tumblr e altre piattaforme di blogging utilizzando il metodo copia-incolla, le API o un’app di terze parti.

Per quanto riguarda l’esportazione dei dati, oltre all’uso del file CSV, è possibile sfruttare le API per un trasferimento più diretto e integrato.

Gestire le diverse opzioni prodotto

Gestire le opzioni dei prodotti in Shopify è un processo che può essere semplificato seguendo alcuni passaggi chiave. Innanzitutto, è importante assicurarsi che ogni prodotto abbia un’immagine, un prezzo e una categoria di prodotto assegnata, poiché questi elementi sono essenziali per la visualizzazione su Shop. Per modificare manualmente la disponibilità di un prodotto, si può utilizzare il bulk editor nel pannello di controllo Shopify. Questo strumento permette di selezionare rapidamente quali prodotti mostrare o nascondere dall’app Shop.

Per aggiungere o aggiornare prodotti, si può accedere alla pagina Prodotti nel pannello di controllo, dove è possibile visualizzare, aggiungere, modificare e organizzare prodotti e varianti. Se si hanno prodotti con opzioni come taglia o colore, si possono creare varianti per ogni combinazione di opzioni disponibili. Inoltre, se si desidera salvare informazioni o file specializzati per i prodotti, è possibile aggiungere campi personalizzati alle pagine dei prodotti utilizzando i metafield.

Se si intende configurare i preordini per i prodotti, è necessario selezionare l’opzione di acquisto desiderata nella pagina del prodotto. Questo permette di vendere il prodotto solo come preordine, se necessario. Seguendo queste linee guida, si può gestire efficacemente le opzioni dei prodotti in Shopify, ottimizzando l’esperienza di acquisto per i clienti e semplificando la gestione dell’inventario per il venditore.

Shopify: le categorie dei prodotti

Una caratteristica notevole di Shopify è la gestione automatizzata delle categorie di prodotti, note come “collections”. Queste possono essere popolate sia manualmente che automaticamente attraverso un sistema che analizza etichette, titoli e tag, offrendo un significativo risparmio di tempo. È fondamentale, però, assicurarsi di inserire un numero elevato di tag per garantire una categorizzazione del prodotto il più dettagliata possibile.

Inoltre, è possibile aggiungere un tipo di prodotto univoco per ciascun prodotto, che è un modo per creare una categoria personalizzata se hai bisogno di qualcosa oltre alle categorie standard di Shopify. Questo può essere particolarmente utile se il tuo prodotto non si allinea con una categoria standard e desideri definire una categoria più specifica per il tuo negozio.

Infine, è importante ricordare che le categorie di prodotto non sono solo utili per l’organizzazione interna, ma aiutano anche i clienti a trovare ciò che stanno cercando, migliorando l’esperienza di acquisto e potenzialmente aumentando le vendite. Per ulteriori informazioni sulla gestione dei prodotti, delle categorie e delle collezioni su Shopify, puoi consultare il Centro assistenza Shopify.

Shopify e abbandono del carrello:

L’abbandono del carrello è un fenomeno comune negli e-commerce che si verifica quando un cliente aggiunge prodotti al carrello ma lascia il sito senza completare l’acquisto. Questo comportamento può essere influenzato da vari fattori, come costi aggiuntivi inaspettati, processi di checkout complicati, o la necessità di creare un account per procedere all’acquisto. Per i commercianti che utilizzano piattaforme come Shopify, l’abbandono del carrello rappresenta una sfida significativa, poiché il tasso medio di abbandono può raggiungere cifre intorno al 69,82%. Tuttavia, esistono strategie efficaci per ridurre questo fenomeno e recuperare potenziali vendite. Una di queste strategie è l’ottimizzazione del processo di checkout, rendendolo il più semplice e trasparente possibile.

Un’altra tattica consiste nell’implementare email di recupero dei carrelli abbandonati, che incoraggiano i clienti a tornare e completare l’acquisto. Queste email possono includere promemoria, offerte speciali o sconti, e devono essere inviate in momenti strategici dopo l’abbandono del carrello.

Shopify offre strumenti integrati per gestire e automatizzare l’invio di queste email, facilitando il processo per i commercianti. Inoltre, analizzare i dati dei clienti e comprendere le ragioni dell’abbandono può aiutare a identificare e risolvere i problemi specifici che portano a questo comportamento. Infine, è importante considerare l’esperienza utente complessiva, assicurandosi che il sito sia intuitivo, veloce e affidabile, per minimizzare le possibilità di abbandono del carrello. Implementando queste strategie, i commercianti possono migliorare significativamente le loro conversioni e il successo del loro negozio online.

Il Abandoned cart recovery è lo strumento che permette di inviare offerte mirate basate sull’abbandono del carrello. Inizialmente disponibile solo per i piani da 79$, Shopify ha recentemente reso disponibile questa funzione per tutti i piani. Questo rappresenta una rivoluzione, poiché nelle piattaforme concorrenti tale funzione è riservata ai piani più onerosi, offrendoti così un vantaggio significativo sui competitor.

Come funziona? Ti permette di visualizzare un elenco di utenti che hanno abbandonato il carrello e di inviare loro un’email o di configurare un invio automatico di email con un link al prodotto che non hanno ancora acquistato. Shopify suggerisce di inviare queste email 10 ore dopo l’abbandono del carrello, seguendo studi che indicano questo intervallo come il più produttivo ed efficace. Tuttavia, è possibile personalizzare l’orario di invio impostandolo a 1, 6 o 24 ore dopo.

Compilazione automatica

Molti ecommerce necessitano della compilazione di moduli: Shopify permette di raccogliere questi dati, oltre a offrire la possibilità di usare un’applicazione per creare moduli dettagliati senza dover programmare in HTML.

Per il caricamento di file, come una foto per personalizzare un oggetto, si può ricorrere all’HTML o a un’applicazione di terze parti.

La compilazione automatica in Shopify è una funzionalità che permette ai proprietari di negozi di automatizzare vari aspetti della gestione del loro e-commerce. Questo può includere l’invio di email di marketing, la gestione degli ordini, l’aggiornamento dell’inventario e molto altro. Utilizzando strumenti come Shopify Automations, gli utenti possono creare automazioni personalizzate che rispondono a specifiche condizioni, come l’iscrizione di un cliente alla newsletter o il completamento di un acquisto.

Queste automazioni possono migliorare significativamente l’efficienza operativa, consentendo ai proprietari di negozi di concentrarsi su altri aspetti del loro business. Inoltre, con l’uso di modelli preimpostati, è possibile risparmiare tempo e assicurarsi che i messaggi inviati ai clienti siano coerenti e professionali. Shopify offre anche risorse come il Centro assistenza e corsi online per aiutare gli utenti a iniziare con l’automazione del marketing.

Ottimizzazione SEO

L’ottimizzazione SEO per Shopify è un processo cruciale per migliorare la visibilità e il posizionamento di un negozio online nei risultati dei motori di ricerca. Una strategia SEO efficace può aiutare a guidare traffico qualificato al sito, aumentando le possibilità di conversione e vendita.

Per ottimizzare il tuo negozio Shopify, è fondamentale configurare correttamente la piattaforma, creare una struttura logica del sito che faciliti la navigazione sia per gli utenti che per i motori di ricerca, e implementare una ricerca accurata delle parole chiave per targetizzare efficacemente il pubblico desiderato. È inoltre importante ottimizzare titoli, meta-descrizioni e URL per riflettere il contenuto e le parole chiave pertinenti, oltre a creare descrizioni di prodotto uniche e dettagliate che migliorino l’esperienza utente e la comprensione dei motori di ricerca.

Non trascurare il testo alternativo per le immagini, che può migliorare l’accessibilità e fornire contesto ai motori di ricerca, e stare attenti al contenuto duplicato, che può penalizzare il posizionamento SEO. Infine, creare un blog può contribuire a generare contenuti freschi e pertinenti che attraggano visitatori e migliorino il posizionamento SEO.

Le funzionalità per l’ottimizzazione SEO su Shopify sono, generalmente, superiori alla media. Si segnala, in particolare, la facilità d’uso: ad esempio, se si cambia un URL Shopify cambia automaticamente tutti i link di reindirizzamento.

Alcuni aspetti sono, certo, migliorabili, come alcuni indirizzi predeterminati con una struttura meno semplice di quanto Google gradisca. O il fatto che non sia così facile cambiare il nome dei file: bisogna cancellarlo e ricaricarlo. Ma, nel complesso, l’ottimizzazione SEO si presenta come un ottimo strumento, decisamente superiore alla concorrenza.

Email marketing

L’email marketing è uno strumento potente per le attività commerciali che utilizzano Shopify, offrendo una piattaforma integrata per creare, inviare e monitorare campagne di email. Con Shopify Email, gli utenti possono facilmente progettare email che riflettono il loro brand, grazie a modelli personalizzabili e un editor intuitivo che non richiede competenze di codifica. Questo servizio permette di automatizzare le campagne di email marketing, consentendo di inviare messaggi ai clienti giusti nel momento più opportuno. Inoltre, Shopify Email include funzionalità come l’automazione, che aiuta a incrementare l’engagement del pubblico e a creare flussi di lavoro personalizzati basati su trigger e condizioni specifiche.

Gli utenti possono iniziare con una prova gratuita e sfruttare le automazioni preimpostate per attività come il benvenuto ai nuovi clienti o la promozione di prodotti in upselling. Shopify Email consente anche di gestire le campagne direttamente dalla piattaforma Shopify, semplificando il processo di creazione e invio delle email. Il costo del servizio varia in base al numero di email inviate, con le prime 10.000 email al mese gratuite e tariffe aggiuntive applicate per volumi maggiori.

La piattaforma offre anche suggerimenti di testo integrati e la possibilità di aggiungere pulsanti per il check-out rapido, migliorando così l’esperienza di acquisto dei clienti. Con Shopify Email, le attività commerciali possono inviare campagne con il proprio nome di dominio, rafforzando le relazioni con i clienti e promuovendo la fedeltà al brand. Per ulteriori dettagli sulle funzionalità e i prezzi di Shopify Email, si può fare riferimento alla pagina ufficiale di Shopify.

L’app store di Shopify

Lo Shopify App Store è una piattaforma che offre una vasta gamma di applicazioni per personalizzare e ottimizzare i negozi online creati con Shopify. Con oltre 8.000 app disponibili, gli utenti possono trovare strumenti per ogni aspetto del loro business, dalla gestione dell’inventario alla customer experience. Ogni app viene sottoposta a un rigoroso processo di verifica prima di essere pubblicata, assicurando che soddisfi standard elevati di qualità e sicurezza.

Tra le app più popolari ci sono soluzioni per l’email marketing, la vendita omnicanale, l’accesso a servizi Google e YouTube, e l’integrazione con piattaforme social come TikTok. Inoltre, Shopify offre app specifiche per il mercato italiano, che aiutano a navigare le sfide uniche del commercio elettronico in Italia. Gli algoritmi basati sulle preferenze dei merchant guidano gli utenti verso le app più adatte alle loro esigenze, facilitando la scoperta di nuovi strumenti per crescere e prosperare nel panorama digitale. L’App Store di Shopify è quindi un ecosistema dinamico e in continua evoluzione, progettato per supportare gli imprenditori nell’espansione delle loro attività commerciali online.

Tra le applicazioni offerte si trovano strumenti per la cattura dei dati, la contabilità, il recupero dei carrelli abbandonati e reportistica avanzata. Sono inoltre presenti integrazioni con servizi come Xero, Freshbooks, Zendesk e Campaign Monitor. E sì, come precedentemente menzionato, Mailchimp non è direttamente disponibile, ma può essere comunque utilizzata attraverso la configurazione manuale di alcune impostazioni.

Dropshipping fatto facile

L’uso intuitivo delle funzionalità di dropshipping è una delle caratteristiche apprezzate da chi utilizza Shopify: la piattaforma non solo offre un vasto assortimento di applicazioni, ma anche integrazioni mirate per la ricerca e la vendita di prodotti di ogni tipo.

Shopify semplifica notevolmente il processo di dropshipping, come dimostra la sua app Oberlo, che si collega direttamente ad AliExpress, permettendo di gestire le operazioni con semplicità.

Tuttavia, permangono alcune sfide, come la gestione delle domande sui prodotti, che richiede di interfacciarsi con produttori dislocati in tutto il mondo, o la gestione dei resi. Si considerino le tempistiche necessarie per le spedizioni dalla Cina e i relativi costi che il cliente dovrebbe affrontare nel caso di resi a suo carico, che potrebbero superare il valore del prodotto acquistato.

Qualche consiglio

Dal momento che per ora queste problematiche sembrano non aver trovato una soluzione efficace, la scelta più intelligente sembra quella di adottare autonomamente alcuni accorgimenti. Ad esempio, vendere prodotti con cui si ha già confidenza, o articoli di produttori già testati, renderà più agevoli le operazioni di customer care e ridurrà le percentuali di reso. O ancora, sempre ponendo attenzione alla soddisfazione dei clienti e alle percentuali di reso, rivolgersi a grossisti e produttori localizzati a minore distanza rispetto alla clientela, come produttori europei se la maggior parte dei clienti è europea.

La tassazione automatica

Shopify si distingue per la sua capacità di calcolare automaticamente l’IVA, aggiungendola ai prezzi dei prodotti per gli utenti dell’Unione Europea, una funzionalità non sempre presente in altre piattaforme. In contrasto con i suoi concorrenti, Shopify elimina la necessità di perdere tempo nell’aggiungere manualmente parametri e regole, offrendo un sistema di calcolo dell’IVA accurato e costantemente aggiornato per ogni categoria di prodotto.

Vendere prodotti digitali

La commercializzazione di prodotti digitali su Shopify è intuitiva, sebbene non sia istantanea come per i prodotti fisici. Ci sono applicazioni gratuite che possono essere configurate per operare in autonomia, fornendo all’utente un link per il download immediato, oppure si può optare per una gestione manuale ad ogni vendita. Quest’ultima scelta, benché meno pratica, offre un controllo totale sui prodotti.

In aggiunta, l’utilizzo di applicazioni di terze parti permette di superare il limite di 5GB imposto da Shopify per la vendita di file di grandi dimensioni.

Come funziona il reporting

Shopify mette a disposizione dei suoi clienti una varietà di report, tra cui:

  • Dati sui clienti: origine, rapporto tra visitatori unici e ricorrenti, spesa totale per ciascun cliente e l’ultima volta che hanno effettuato un ordine.
  • Report Dati di marketing.
  • Dati di ricerca: i prodotti più visualizzati.
  • Dati finanziari: vendite, imposte, ecc.
  • Tasso di abbandono del carrello.

È importante notare che la funzionalità di reporting è accessibile soltanto a partire dal piano “Shopify”. Per gli utenti con piani più economici, queste informazioni sono comunque disponibili, sebbene in un formato più limitato.

Shopify anche per il blogging

Potresti non essere a conoscenza del fatto che il blogging è un metodo estremamente efficace per generare traffico verso il tuo sito web. Fortunatamente, Shopify offre una piattaforma di blogging integrata che, sebbene non sia avanzata come WordPress, risulta essere pratica e funzionale, guadagnandosi il favore di molti utenti. È importante sottolineare anche la facilità con cui si possono importare post da altre piattaforme, permettendo così trasferimenti rapidi e senza intoppi.

Gestione da mobile app

Shopify offre due applicazioni mobili per gestire il tuo ecommerce in movimento: “Shopify” e “Shopify Point of Sale”. Con la prima app, puoi occuparti di tutto, dal rifornimento dei prodotti alle comunicazioni veloci con il personale. La seconda app, invece, è ideale per chi opera in un punto vendita fisico, permettendoti di accettare pagamenti con carta di credito, gestire l’inventario in tempo reale e stampare scontrini.

Esplorando l’App Store, troverai anche altre applicazioni per la gestione mobile del tuo ecommerce. Tra queste, spicca “Ping”, esclusiva per iOS, che facilita la risposta alle domande dei clienti e la condivisione di informazioni sui prodotti attraverso Facebook e Messenger.

Il tuo ecommerce responsive con AMP

AMP è un’iniziativa di Google che mira a ottimizzare le pagine web per una navigazione fluida su dispositivi mobili attraverso una configurazione specifica del codice. La sua popolarità deriva dalla capacità di diminuire notevolmente il tasso di abbandono dei siti web, offrendo al contempo benefici per il SEO.

La notizia positiva è che AMP può essere implementato su Shopify per l’intero e-commerce, comprese le pagine prodotto. Il rovescio della medaglia è che questa funzionalità è a pagamento. Tuttavia, considerando che l’applicazione è in costante aggiornamento, arricchendosi regolarmente di nuove funzionalità, l’investimento potrebbe rivelarsi vantaggioso.

Shopify e GDPR

Shopify si è adeguata alla nuova direttiva UE in materia di privacy (GDPR), e offre un livello di protezione avanzato per i dati di clienti e venditori.

Gli aspetti interessati riguardano: cookies, gestione e custodia dei dati, richiesta di un consenso esplicito per l’inserimento nella mailing list, possibilità di revocare il consenso.

Oltre a Shopify, sull’app store è possibile trovare numerose app dedicate espressamente alla gestione dei dati nel rispetto del GDPR.

I PRO E I CONTRO DI SHOPIFY

Pro
  • Il piano Lite è uno dei più economici in assoluto per cominciare a vendere online
  • È possibile tener conto del tasso di abbandono del carrello già con il piano da 9$
  • È un’ottima opzione per chi sia interessato al dropshipping
  • Ha un’interfaccia pulita, facile da usare
  • Non ci sono fee sulle transazioni per chi usa Shopify Payments
  • Integrata nativamente possibilitá di usare immagini 3D nelle pagine prodotto
  • Il “Buy Button” previsto nel piano Lite ti consente di utilizzare Shopify per vendere anche su un sito o un blog già esistenti
  • Offre un’ampia gamma di templates, anche gratuiti, tutti accattivanti
  • Dispone di un’eccellente software per la vendita nei negozi fisici
  • Ospita oltre 1 milione di negozi, il che la rende una piattaforma relativamente libera da pericoli di chiusura
  • È possibile ampliare facilmente le funzionalità con app di terze partiLa gestione di pagine e categorie dei prodotti è semplicissima
  • Le tasse sono calcolate automaticamente
  • Gli ecommerce hanno anche una sezione blog
  • È possibile creare una versione AMP delle pagine prodotto
  • Le app sono disponibili per iOS e Android
  • Ci sono due settimane di prova gratuita
Contro
  • Ci sono solo tre opzioni per ciascun prodotto
  • Ci si aspetterebbe che qualche funzionalità fosse già integrata anziché dover installare un’app
  • La funzionalità di reporting professionale è disponibile solo sui piani più avanzati
  • Non c’è più l’integrazione con Mailchimp
  • Se usi un gateway di terze parti, non c’è modo di evitare il fee
  • Per garantire omogeneità alle immagini è necessario editarle prima dell’upload
  • Sarebbe preferibile poter inviare più di una mail di follow up
  • È necessario ricorrere a terze parti per avere la massima sicurezza di rispettare il GDPR
  • Non è semplicissimo esportare post
  • Il piano Lite non consente di creare un ecommerce completo

Conclusioni

In generale, Shopify si è affermata come una delle piattaforme leader per l’ecommerce e il dropshipping, risultando particolarmente vantaggiosa per chi desidera vendere sia online che in un punto vendita fisico.

Con prezzi competitivi, soprattutto considerando che alcune funzionalità sono assenti su altre piattaforme, la facilità d’uso, l’eccellente integrazione con un’ampia gamma di app e template di design, Shopify rappresenta una scelta eccellente. Un ulteriore vantaggio è rappresentato dal vasto numero di utenti, che contribuisce a rafforzare la fiducia dei clienti.

Quali sono gli svantaggi? Le commissioni sulle transazioni, il limite di tre varianti per prodotto e la necessità, in certi casi, di installare un’app aggiuntiva per specifiche funzionalità. Tuttavia, questi sono minimi se confrontati con i molti benefici offerti dalla piattaforma.

vagabondo78
vagabondo78
Articoli: 256

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_IT
Powered by TranslatePress